L’economia solidale è fondata sul rispetto della “Madre Terra” e sul “benvivere” di tutti

Una prima considerazione è evidente già dal titolo: il destino dell’umanità e il ben-vivere delle persone e di tutti gli organismi viventi sono direttamente collegati al rispetto della Madre Terra.
La Terra, quindi, come “soggetto materno”, fonte di vita e organismo vivente che contribuisce e partecipa alla vita del pianeta.
Una Terra attualmente in grande sofferenza per come viene utilizzata e spesso “violata”, in attesa di poter ritornare a essere generatrice di vita per tutti.
L’ economia solidale, pertanto, attiva progetti per sostenere questa relazione e questa funzione generatrice promuovendo un’agricoltura che si basa sullo sviluppo del potenziale vitale del terreno, che sviluppa una interdipendenza vitale tra la terra e chi la abita e la lavora, che si oppone al continuo...

Continua a leggere...

Parole condivise: Sobrietà, solidarietà e “giardinaggio colto”

Per  alcuni è terminato il tempo di vacanza dal lavoro o dagli impegni quotidiani, mentre altri sono rimasti al lavoro o coinvolti nelle loro cose di vita.
E’ tempo anche di dolore, una delle condizioni della vita.
Ma per tutti può essere sempre tempo di riflessione.
In questa fine agosto, per riflettere abbiamo scelto due parole e una azione.
Le due parole stanno bene insieme, almeno a noi sembra cosi.
Non solo perché finiscono uguali, in rima.
Ma perché insieme danno idea di essere una risposta.
Rispondono alle questioni che stanno incidendo in questo nostro tempo e sulla vita umana , sulla terra , tutta.
Non costituiscono LA risposta, lo sappiamo. La loro combinazione, ed è quasi naturale che lo sia, però, risponde.
L’uomo, la specie, per la terra e la vita sulla terra, costituis...

Continua a leggere...

La Borsa del Vivere bene in Montagna dal 17 al 19 giugno in Val Taro e Val Ceno.

BEDONIA

La Borsa del Vivere bene in Montagna è un evento unico nel suo genere, una scommessa sul territorio, sulla montagna, un patrimonio da rivalutare, un’alternativa valida per vivere, lavorare, crescere.

Di questo e altro si parlerà nella kermesse di tre giorni organizzata da Lovetaro&ceno, che vuole diventare un appuntamento annuale dedicato alla montagna e ai suoi abitanti, un grande ed importante incontro, utile a valutare tutto ciò che un territorio come il nostro può offrire, dal punto di vista paesaggistico, turistico, culturale ed economico.

Al suo debutto, l’evento ideato e fortemente voluto dal Consorzio Lovetaro&ceno porterà nei comuni delle Valli del Taro e del Ceno, dal 17 al 19 giugno, numerose iniziative, attività, novità e idee per rilanciare il territorio, proponendos...

Continua a leggere...

Prima colonna:  L’economia solidale promuove i beni comuni

BENI

  • Non c’è bene comune senza comunità
  • La comunità attiva e responsabile gestisce le risorse del proprio territorio
  • La gestione dei Beni Comuni deve prevedere la partecipazione diretta dei cittadini

———————————————————————————————————————

Nel gergo usuale, “bene comune” è qualcosa di “essenziale“ per la vita, la cui assenza può causare una grave carenza, un impedimento alla sopravvivenza.

L’Economia Solidale supera questo orizzonte affermando con forza che un bene è comune nella misura in cui è prima individuato, poi gestito, quindi utilizzato e salvaguardato dalla Comunità in cui tale bene è riferimento.

Il Bene Comune deve pertanto essere rappresentato e gestito a partire dai legami fra gli individui dello stesso habitat, in un’ottica di cooperazione e mutualità.

Continua a leggere...

Azienda Cassani Marco

4.1 foto cassani 1

La nostra è una famiglia dalla lunga tradizione agricola: mio nonno Angelo sin dal 1921 è stato tra i più innovativi fruttiviticoltori della provincia di Bologna e poi mio padre Daniele, agronomo e docente nelle scuole.  Assieme hanno gestito per decenni due aziende agricole producendo ogni tipo di frutta (pesche, albicocche, ciliegie, mele e pere) ma anche ortaggi.

Dal 1984, dopo aver studiato agraria alle superiori, inizio il lavoro in azienda, mentre dal 1997 dopo la morte di mio padre ho preso la conduzione del fondo di collina che è poco meno di 5 ettari. Rispetto al passato l’azienda è molto più piccola, ma ciò mi consente di lavorarla praticamente da solo. La nostra azienda è in collina ubicata tra i 250 ed i 300 metri s.l.m...

Continua a leggere...

Co-Energia

Energia elettrica, ancora a carbone?

coenergia2

Ci preoccupiamo che il cavolo sia biologico, che il detersivo sia ecologico…

E’ logico allora preoccuparsi anche da dove viene l’energia che usiamo.
E’ necessario leggere con attenzione la tabella del mix energetico sulla bolletta e se non è 100% da fonte rinnovabile, si può considerare di cambiare il fornitore di energia elettrica.

Anche per questo è nata CO-energia, espressione della rete nazionale dei gruppi (GAS) e distretti di economia solidale (DES), per promuovere e coordinare progetti di Economia Solidale il cui livello di complessità richiede grandi numeri e competenze.

CO-energia è un’associazione nazionale (della quale DES Parma è socio) e aderisce al Tavolo RES nazionale.

CO-energia è CO-llaborazione, CO-operazione, “fare sis...

Continua a leggere...

Parole condivise: Comunità

ED1Il DES PARMA, a Giugno, ti invita a una  BioCenosi!

Potrebbe sembrare un invito a Cena, magari Bio… ma vogliamo parlarti di tutt’altra cosa.

I soliti greci, (ricordi quelli di ETICA’?), coniarono questa parola esemplare: BIOCENOSI.

In realtà  di parole ce ne sono due: BIO=VITA e CENOSI=COMUNITA’.

Noi oggi usiamo ampiamente Comunità, a volte con differenti sfumature di significato, ma tra i biologi, biocenosi ha un significato molto più completo, evocativo, in linea con l’idea originaria.

“La comunita di specie diverse che vive in un ambiente (biotopo) costituisce la biocenosi.
Tra le specie (organismi) si vengono a creare rapporti di interelazione e interdipendenza.”

Ed è proprio la suggestione degli “organismi diversi in relazione ed interdipendenza in un biotopo o ecosistema“, ...

Continua a leggere...

Dona il tuo 5×1000 al DES!

5mille

Scarica qui la cartolina 5×1000!

Continua a leggere...

Per viaggiare verso un’altra economia… prendi il BUS!

IMG_7497Sono tempi difficili per l’economia solidale.. da una parte c’è la crisi, che ci ha costretto a dare un’ulteriore stretta ai consumi, limitando la nostra libertà di scelta, e dall’altra c’è il superamento di quello per cui i GAS erano nati (i prodotti bio e a km0 si trovano anche nella grande distribuzione, e c’è chi i prodotti buoni te li porta direttamente a casa, a un costo tollerabile).
Quindi come facciamo? Non basta più essere resilienti negli acquisti per cambiare le cose?
Una risposta mi è stata suggerita all’assemblea del Des a Lesignano. È venuta Cinzia di Mag6 accompagnata da una produttrice di pane, e ci ha spiegato cosa sono i BUS (Buoni di Uscita Solidale).
Il BUS è un buono sconto spendibile all’interno della rete di economia solidale che lo ha creato e...

Continua a leggere...

Azienda Agricola Pederzani

Versione lunga (7 minuti)

Continua a leggere...